Other articles


  1. Le migliori app per il dating del 2018

    Migliori app per conoscere gente 2018

    Tutti le conoscono e tutti più o meno le considerano squallide, ma oramai le app di incontri sono qua per restare, rimpiazzando i vecchi "siti di incontri" (come match.com o simili).

    Chi le usa?

    Principalmente i single, sopratutto i millennial che sembrano avere grossi problemi a rapportarsi direttamente con l'altro sesso.

    In molti casi si tratta di persone che vogliono un flirt passeggero o che stanno cercando un nuovo partner. In alcuni casi è solo un modo per conoscere persone interessanti che non sono parte del solito "gruppo di conoscenti" ma in qualche modo hanno una affinità con noi.

    Ovviamente il mercato di queste app è in continua esplosione, per cui ho voluto fare una recensione di quelle più (e meno) conosciute, selezionandole per facilità d'uso, popolarità, sicurezza, costo e sopratutto privacy.

    Tinder

    È probabilmente la prima app di questo tipo che è diventata parte della cultura popolare, sopratutto per il suo modo di "valutare" le persone:

    • swipe a sinistra -> non mi piaci
    • swipa a destra -> mi piaci

    Nel profilo è possibile inserire fino a 6 fotografie, che possono essere visualizzate rapidamente.

    Se entrambi gli utenti hanno messo il "mi piace", scatta il "match", cioè è possibile interagire direttamente scrivendosi ed eventualmente puntare ad un incontro dal vivo.

    L'anno passato Tinder ha introdotto una modalità a pagamento "gold" che consente di vedere in anteprima quali utenti hanno messo il like al proprio profilo, velocizzando così la possibilità di ottenere dei match.

    E' un sistema ovviamente che avantaggia i membri della community più facoltosi ma che non da sempre risultati sperati: un utente ha fatto il test e si è accorto che nella sua area c'erano solo persone anziane che mettevano il like e quindi ha deciso di disinstallare l'app.

    Ok Cupid

    A differenza della maggior parte delle app di incontri che vogliono l'accesso a Facebook (probabilmente per verificare l'identità ma anche per acquisire un profilo di like da usare per il matching) "OKcupid" non lo richiede.

    Quello che bisogna fare è crearsi un nome utente e poi compilare un dettagliato questionario per popolare il proprio profilo di informazioni utili per il matching.

    Il sistema si basa sulla generazione di una serie di domande a cui è possibile rispondere ricevendo un punteggio percentuale di compatibilità con l'altra parte.

    L'app è gratuita ma per vedere quali persone hanno visitato il profilo dopo le prime 5 è necessario passare ad una versione premium a pagamento.

    The Inner Circle

    Inner circle si propone in maniera particolare perchè è la prima app per il dating selettivo.

    È stata progettata per mettere in contatto giovani professionisti che vivono nella stessa zona e che hanno gli stessi interessi e passatempi.

    In particolare sembra molto in voga tra imprenditori, membri di startup, artisti, creativi e designer.

    La particolarità ulteriore è che viene richiesto il profilo linkedin per poter accedere al database!

    Oltre alle solite funzionalità come al ricerca di persone in base alla vicinanza geografica e alla similarità degli interessi, il sistema propone di iscriversi ad eventi esclusivi organizzati nelle capitali del mondo per incontrarsi dal vivo in gruppo: dopotutto "nel grande numero c'è maggior sicurezza".

    L'iscrizione è gratuita, ma non pensate di trovare grandi eventi o persone se non abitate in aree ad alta densità di popolazione.

    Snapchat

    Anche se non è una vera e propria app di incontri, Snapchat è diventato il social network dove i millennial si conoscono e scambiano foto e animazioni sopra le righe.

    L'applicazione è spassosa da usare ed è molto sicura perchè i messaggi e le foto si autodistruggono entro 24 ore. Ottimo sopratutto per chi vuole concedersi scappatelle e non vuole lasciare tracce sul telefono delle proprie attività!

    Once

    È stata definita come l'app per il dating "anti-Tinder" che permette di vedere un solo profilo al giorno, selezionato non dal sistema, ma da un team di esperti del settore. Grazie a degli accoppiatori, persone in grado di capire se il partner è adatto a te e il grado di affinità, l'app diventa unica nel suo genere.

    Se in quel giorno non capita niente, basta attendere 24 ore per una nuova occasione.

    Quindi teoricamente qualità al posto della quantità, resta il dubbio se i matchmakers sono davvero in grado di trovare la persona giusta...

    Lovoo

    Un'app particolarmente amata dai più giovani perché offre la possibilità di mettersi in contatto con le persone che ci abitano vicino. Il funzionamento è molto simile a quello di Instagram: si possono vedere una serie di foto ed esprimere il proprio apprezzamento.

    Ma tornando a Lovoo, per trovare le persone vicino a noi non si dovrà far altro che attivare la funzione radar, che mostrerà le foto di uomini o donne che sono nelle vicinanze del nostro posizionamento. Una volta trovata la persona giusta, attraverso il servizio di chat, potrete iniziare a conoscerla meglio e vedere se è all'altezza delle nostre aspettative.

    6) Happn

    Happn è pensata come l'app per ritrovare il colpo di fulmine.

    Infatti funziona molto bene in ambienti metropolitani dove si incrociano spesso persone che ci stuzzicano la fantasia ma che non abbiamo il coraggio di approcciare immediatamente.

    Ogni volta che due persone con quest'app scaricata sul telefono si incontrano, viene registrato l'avvenimento e si crea un collegamento grazie al quale potrete sapere quando, dove e a che ora vi siete incontrati. Quando entrambe le persone si lasceranno un like allora si attiverà la chat e si potrà cominciare a parlare.

    E VOI CHE NE PENSATE?

    Avete provato le app di dating ? Quali sono state le vostre esperienze?

    read more

social