Le dimensioni contano?

È probabilmente una delle domande più importanti e fondamentali dei nostri tempi con riferimento alle relazioni sessuali. La domanda che si pongono tutti, uomini e donne. L’atto con cui un uomo si spoglia dinanzi ad una donna può essere causa di grande gioia per lei, ma anche di grande imbarazzo, per lui. Da sempre l’uomo ha cercato metodi per aumentare le dimensioni del pene e migliorare le performance sessuali.

Aumentare le dimensioni del pene

Il primo elemento che prendiamo in considerazione ai fini del nostro discorso è appunto la grandezza.

Quando gli uomini sono ben dotati possono esserci per le donne alcune difficoltà circa la posizione da assumere durante il rapporto. Perciò alcune trovano più comodo stare sopra per poter controllare meglio il rapporto. Ciò però a volte capita anche in presenza di uomini poco dotati, dato che è necessario trovare una posizione che favorisca una penetrazione più profonda.

Se questo non funziona o è difficoltoso, il mercato offre una serie di prodotti, come estensori, pillole e quant’altro. A tal proposito basta dare uno sguardo ad internet per vedere siti pieni di compresse miracolose, gel naturali, oli vegetali, pompe che promettono miracoli. Non sono sicura che tali prodotti possano funzionare davvero o rispondano solo alle insicurezze degli uomini e delle loro partner.

In casi estremi è possibile ricorrere alla chirurgia. Si badi bene che in questo caso non si tratta di un puro fatto estetico. Ci si avvale della chirurgia solo quando c’è un reale problema di salute.

Il secondo elemento è la tecnica. Spesso si sente dire che non sono le dimensioni quelle che contano, bensì con chi lo fai, cioè quanto bravo è il partner.

Ciò è vero solo in parte; infatti, posto che è molto importante come si muove il tuo compagno, è pur vero che la sensazione è diversa a seconda della dimensione del membro. C’è però da aggiungere un terzo elemento, e cioè la qualità dell’erezione. Come a dire, è meglio piccolo e duro che grande e floscio.

Ma quando affrontiamo l’argomento dimensioni nel rapporto sessuale, dobbiamo riferirci necessariamente anche alla vagina. Pure se è difficile stabilire la grandezza dell’organo femminile, in quanto non esiste una misura standard, una vagina poco tonificata può essere la causa di problemi durante il rapporto. Alcuni segnali di tale problema posso essere: l’esigenza di introdurre oggetti sempre più grossi al suo interno per stimolarla, oppure se di volta in volta riesce sempre più difficile raggiungere l’orgasmo, o ancora se si riescono ad introdurre con molta facilità tre dita al suo interno.

Per ottenere una vagina più elastica, anche la donna può praticare gli esercizi di Kegel.

Questi esercizi, che prendono il nome dal loro inventore, il dottore Arnold Kegel, sono finalizzati a rendere più tonici i muscoli dell’apparato pelvico. In linea di massima sono destinati sia a uomini che a donne. Nello specifico per le donne gli esercizi consistono nella contrazione dei muscoli pelvici. Questi esercizi possono essere fatti da soli o in maniera più divertente aiutandosi con le cosiddette palline cinesi, che aiutano a rafforzare la muscolatura pelvica. Il risultato? Più forza dei muscoli che si contraggono involontariamente durante il rapporto, il che significa orgasmi più intensi.

Le palline cinesi

Insomma, importa la dimensione del pene e della vagina, se c’è feeling tra i due, senza dimenticare la tecnica. Nonostante ciò crediamo che la domanda continuerà ad essere al centro dei nostri discorsi e blog. E voi cosa pensate? Contano le dimensioni? Oppure la durezza?

social