Other articles


  1. Ecco come trovare i video porno su iPhone

    La Apple, si sa, è uno delle più grandi colossi hi-tech che dominano il mercato dell’informatica e della tecnologia smartphone e tune nel mondo. Il suo saldo ruolo nel mercato non è frutto di sola fortuna, ma anche di grande abilità nell’attirare l’attenzione della gente su tutti i suoi prodotti.

    Ne è un esempio evidente il nuovo iPhone X, che sta monopolizzando l’attenzione di tutti, dai media, ai siti di settore e agli utenti. Dopo l’imminente lancio di un telefonino di nuova generazione, in genere, si diffondono anche numerose trovate pubblicitarie per portare agli occhi dei potenziali acquirenti l’uscita del nuovo prodotto.

    Uomo che guarda video porno u un iPhone

    Il primo sito porno per iPhone

    Sapevate che il primo sito porno ottimizzato per iPhone nacque addirittura nel 2009? Si chiamava iPorn ed è nato in concomitanza dell’uscita dell’iPhone 3G S. Le funzioni che offriva il sito porno ottimizzato erano numerose, difatti era possibile caricare, commentare e condividere foto o video porno su iPhone, creare profili e inviare messaggi agli altri utenti in forma privata. Oggi con lo sviluppo delle nuove tecnologie di connessione i filmati porno possono essere visti in streaming in qualità HD e scaricati in maniera velocissima, ma generalmente non c’è davvero bisogno di scaricarli, almeno che non si vogliano vedere con più calma in un secondo momento.

    I siti ottimizzati per il melafonino al momento sono davvero tantissimi e permettono di vedere e scaricare migliaia di video iPhone di tutte le categorie. Ma non solo, infatti dai siti ottimizzati per iPhone si può anche scaricare una quantità industriale di immagini hard e giochi erotici.

    Alcuni sono delle vere community dove caricare e condividere i video iPhone, discutere sui forum e mandare messaggi agli altri utenti. Tornando ad Apple, anche l’app di Playboy è sparita dall’App Store; l’anno scorso a marzo la celebre rivista erotica poteva essere sfogliata direttamente dal dispositivo mobile della mela morsicata, senza nessuna censura al costo di 0,99 euro e la sua comparsa aveva lasciato a bocca aperta tutti i sostenitori della campagna anti-porno sostenuta da Apple.

    Ma anche questa app è durata poco e con l’ultima pulizia Apple ha fatto piazza pulita.

    read more
  2. Le nuove app per fare sesso: Pure

    Il nome ci rimanda all’essenziale, al nocciolo della questione. Ed è proprio questo quello che intende fare questa applicazione, e cioè eliminare tutti quei fronzoli relativi a quando si conosce una persona, per arrivare al succo, ovvero al sesso.

    Si tratta di un app per smartphone ideata da due russi che permette infatti a tutti coloro che sono alla ricerca di una compagnia per puro e semplice sesso, di trovarla, vicino casa propria magari ed avente gli stessi interessi. Insomma i suoi ideatori non si nascondono dietro un dito, ma lo dichiarano apertamente: vogliono creare un qualcosa che non prometta amore eterno o false speranze ma puro e semplice sesso, appunto.

    Pure: una App per organizzare incontri sessuali

    Perchè questa nuova app?

    L’idea è nata anche perché sempre più donne si lamentano che sui principali siti di incontri, anche quelli finalizzati a fare incontri sessuali, alla fine ci si perda in chiacchiere e si finisca per non concludere nulla.

    Possiamo definire questa applicazione un passo decisivo verso la totale emancipazione della donna visto che essa è stata proprio ideata pensando alle donne. Le donne non vogliono più solamente incontrare il principe azzurro, l’uomo della loro vita. Alcune sono semplicemente interessate a del sesso coinvolgente e soprattutto sicuro; non vogliono perdere tempo con uomini che fingono di essere innamorati di loro, né passare intere serate a chattare su internet, ma semplicemente un uomo con cui andare a letto. Stop. Dopo niente legami, niente telefonatine, niente di niente.

    Altro concetto su cui puntano gli ideatori è proprio la sicurezza. Si vuole infatti creare una sorta di community, nella quale nel pieno rispetto della privarci di ciascuno, se qualcuno mente o non si comporta bene viene bannato e quindi automaticamente escluso.

    Pure: una schermata della App

    In pratica la persona interessata si iscrive, mette la propria foto, non osé ma semplici foto della vita quotidiana, inserisce i propri dati; dopodiché sceglie le persone che più le piacciono dalle foto ma anche dai profili inseriti e soprattutto decide se si vuole conoscere una persona vicina oppure se si è disposti ad allontanarsi. Una volta fatta questa scelta, entrerai in contatto con decine di uomini e donne che hanno gli stessi tuoi interessi e soprattutto la tua stessa passione: sesso senza compromessi.

    L’app consiglia sempre di incontrarsi in luoghi pubblici; allo stesso tempo offre un’attenta politica di privacy, poiché anche le conversazioni che vengono tenute dagli iscritti non saranno registrate nel server ma automaticamente eliminate.

    Finalmente potrai decidere come, quando e chi incontrare; dimenticati tutte quelle noiose serate in cui gli amici ti presentano qualcuno che neppure ti piace. Sarai tu a scegliere con chi fare sesso questa notte e se non ti piace più domani cambi. Ricordati che se non ti presenti all’appuntamento prestabilito oppure se l’altro utente si accorge che hai mentito ti può sempre bannare; in questo modo perderai credibilità nella community.

    Insomma una nuova frontiera in fatto di incontri tramite la rete, di sesso e di nuovi rapporto interpersonali, che si vanno ad aggiungere alla già fitta schiera di siti, social network e simili che impazzano su internet.

    read more
  3. Le dimensioni contano?

    È probabilmente una delle domande più importanti e fondamentali dei nostri tempi con riferimento alle relazioni sessuali. La domanda che si pongono tutti, uomini e donne. L’atto con cui un uomo si spoglia dinanzi ad una donna può essere causa di grande gioia per lei, ma anche di grande imbarazzo, per lui. Da sempre l’uomo ha cercato metodi per aumentare le dimensioni del pene e migliorare le performance sessuali.

    Aumentare le dimensioni del pene

    Il primo elemento che prendiamo in considerazione ai fini del nostro discorso è appunto la grandezza.

    Quando gli uomini sono ben dotati possono esserci per le donne alcune difficoltà circa la posizione da assumere durante il rapporto. Perciò alcune trovano più comodo stare sopra per poter controllare meglio il rapporto. Ciò però a volte capita anche in presenza di uomini poco dotati, dato che è necessario trovare una posizione che favorisca una penetrazione più profonda.

    Se questo non funziona o è difficoltoso, il mercato offre una serie di prodotti, come estensori, pillole e quant’altro. A tal proposito basta dare uno sguardo ad internet per vedere siti pieni di compresse miracolose, gel naturali, oli vegetali, pompe che promettono miracoli. Non sono sicura che tali prodotti possano funzionare davvero o rispondano solo alle insicurezze degli uomini e delle loro partner.

    In casi estremi è possibile ricorrere alla chirurgia. Si badi bene che in questo caso non si tratta di un puro fatto estetico. Ci si avvale della chirurgia solo quando c’è un reale problema di salute.

    Il secondo elemento è la tecnica. Spesso si sente dire che non sono le dimensioni quelle che contano, bensì con chi lo fai, cioè quanto bravo è il partner.

    Ciò è vero solo in parte; infatti, posto che è molto importante come si muove il tuo compagno, è pur vero che la sensazione è diversa a seconda della dimensione del membro. C’è però da aggiungere un terzo elemento, e cioè la qualità dell’erezione. Come a dire, è meglio piccolo e duro che grande e floscio.

    Ma quando affrontiamo l’argomento dimensioni nel rapporto sessuale, dobbiamo riferirci necessariamente anche alla vagina. Pure se è difficile stabilire la grandezza dell’organo femminile, in quanto non esiste una misura standard, una vagina poco tonificata può essere la causa di problemi durante il rapporto. Alcuni segnali di tale problema posso essere: l’esigenza di introdurre oggetti sempre più grossi al suo interno per stimolarla, oppure se di volta in volta riesce sempre più difficile raggiungere l’orgasmo, o ancora se si riescono ad introdurre con molta facilità tre dita al suo interno.

    Per ottenere una vagina più elastica, anche la donna può praticare gli esercizi di Kegel.

    Questi esercizi, che prendono il nome dal loro inventore, il dottore Arnold Kegel, sono finalizzati a rendere più tonici i muscoli dell’apparato pelvico. In linea di massima sono destinati sia a uomini che a donne. Nello specifico per le donne gli esercizi consistono nella contrazione dei muscoli pelvici. Questi esercizi possono essere fatti da soli o in maniera più divertente aiutandosi con le cosiddette palline cinesi, che aiutano a rafforzare la muscolatura pelvica. Il risultato? Più forza dei muscoli che si contraggono involontariamente durante il rapporto, il che significa orgasmi più intensi.

    Le palline cinesi

    Insomma, importa la dimensione del pene e della vagina, se c’è feeling tra i due, senza dimenticare la tecnica. Nonostante ciò crediamo che la domanda continuerà ad essere al centro dei nostri discorsi e blog. E voi cosa pensate? Contano le dimensioni? Oppure la durezza?

    read more
  4. Otto dolcissimi consigli rompere il ghiaccio in chat

    che è scoccata questa scintilla virtuale, come si prosegue? Ecco i nostri consigli per fare colpo sicuro!

    8 consigli per rompere il ghiaccio in chat

    Hai già esperienza con il primo match dei servizi di dating online ? Non è necessario essere un oratore smaliziato, basta solo di essere rilassati, autentici e ovviamente avere parecchi argomenti di cui parlare.

    Continua a leggere se molto spesso ti chiedi come iniziare una conversazione con una persona incontrata online. Tieni botta in chat con i nostri 9 consigli! Inoltre ti faremo comprendere cosa è meglio NON dire!

    1.Pianificazione, pianificazione, pianificazione.

    Una adeguata indagine è fondamentale. Potresti trovarti in imbarazzo perché non hai pensato agli argomenti della chat in anticipo. Ovviamente se sei spigliato non avrai bisogno di fare una ricerca sull’altra persona, ma in ogni caso ti potrebbe aiutare farti una lista (anche solo mentale) di alcuni argomenti da discutere. Prenditi del tempo per leggere il profilo dell’altra persona prima della chat, in genere è una grande fonte di ispirazione (gli piace andare sui rollerblade? l’arte? Il viaggio?). Ti darà anche una idea della sua personalità.

    2. Evita le incomprensioni

    Evitare le incomprensioni è fondamentale. Non puoi pensare che le persone che incroci online conoscano la tua lingua come se fossero nativi. Magari per loro è la seconda lingua o la terza! Dagli tempo per rispondere (a volte usano un dizionario) e mantieni la conversazione ad un livello semplice. Ehi, nel caso potresti addirittura imparare alcune parole della sua lingua!

    3. Inizia sempre con un tono positivo.

    E’ sempre preferibile provare a mantenere un tono positivo all’inizio. Qualsiasi persona è contenta di ricevere un “ciao!” positivo ed energico. Inizia con un piccolo complimento ma cerca di essere lieve ed originale. Fai anche complimenti al profilo della persona se possibile. Se qualcosa ti interessa, faglielo notare, ma non andare subito sul personale!

    4. Non chiedere tutto assieme!

    Va bene fare domande, ma non è mai una buona idea chiedere tutto in una volta! Immagina che sia una conversazione dal vivo, non un interrogatorio alla polizia! Fagli domande relativamente al luogo dove vivono, soprattutto se si tratta di persone di altri paesi avrai un sacco di spunti. Scopri i loro hobby e le loto attività del weekend. Informati sulla loro cultura e sulla famiglia, ma se possibile evita le risposte tipo si/no. Se ne hai occasione agganciati alle loro risposte con degli aneddoti che ti riguardano!

    5. Dimostra che hai una vita interessante

    Racconta la tua vita per renderti più interessante. Fai in modo di rendere l’esperienza della chat unica e interessante, non essere un numero e basta. Discuti il tuo lavoro, i tuoi hobby e quello che fai per rilassarti. Cerca elementi in comune, usa l’umorismo ma usa gli smiley per evitare fraintendimenti: l’umorismo è una cosa che cambia da persona a persona e soprattutto da cultura a cultura. E si te stesso, sempre.

    6. Ascolta (o meglio leggi) con attenzione quello che dice!

    Ascolta quello che dice il partner e rispondi di conseguenza! Sembra una cosa banale ma è qualcosa che è facile sottovalutare. Ricorda anche che la chat funziona in entrambe le direzioni. Devi apprendere più possibile dell’altra persona. L’altra persona si aprirà a te con più facilità se nota che stai a sentire quello che dice.

    7. Proponi il gioco degli indovinelli

    Il gioco degli indovinelli è un modo simpatico di far proseguire la chat, soprattutto se la conversazione si imballa! Suggerisci un gioco molto semplice in cui a turno si cerca di indovinare il cibo preferito o il colore preferito o la meta di viaggio preferita.

    8. Non forzare la mano

    Non cercare di forzare il rapporto: ricorda che non tutti sono fatti l’uno per l’altro. Alcune persone non si piacciono per varie ragioni personali. Fortunatamente queste community consentono di conoscere una vastità di persone delle proprie città o di altri luoghi. Non ti demoralizzare finché non trovi il contatto perfetto!

    Bonus: le cose da evitare

    Siete arrivati a leggere fino a qua? Ecco una lista di cose da non fare in chat… ve le ricorderete?

    1. Sembrare aggressive o arrabbiati. Anche se avete avuto una giornata orrenda, non fate l’errore di sembrare irascibili al primo incontro online.

    2. Essere negativi. Cercate di non essere negativi riguardo al posto dove vive il vostro contatto (anche se ci sarebbero diverse ragioni). Non fate critiche gratuite perché la distanza fisica e culturale finirebbero per aumentare il feeling negativo.

    3. Può sembrare ovvio, ma mantieni un certo decoro nei commenti quando chatti con un’altra persona. Niente battute volgari, niente insinuazioni sessuali o anche solo suggestive. (Almeno per le prime volte)

    4. Non menzionare ex sposi o ex partner. Lascia che il passato rimanga tale quando stai parlando un potenziale nuovo contatto.

    E VOI CHE NE PENSATE?

    Avete qualcosa da aggiungere?

    E se non sapete dove inizare, perchè non leggete l'articolo sulle migliori app per il dating online del 2018?

    read more
  5. Le migliori app per il dating del 2018

    Migliori app per conoscere gente 2018

    Tutti le conoscono e tutti più o meno le considerano squallide, ma oramai le app di incontri sono qua per restare, rimpiazzando i vecchi "siti di incontri" (come match.com o simili).

    Chi le usa?

    Principalmente i single, sopratutto i millennial che sembrano avere grossi problemi a rapportarsi direttamente con l'altro sesso.

    In molti casi si tratta di persone che vogliono un flirt passeggero o che stanno cercando un nuovo partner. In alcuni casi è solo un modo per conoscere persone interessanti che non sono parte del solito "gruppo di conoscenti" ma in qualche modo hanno una affinità con noi.

    Ovviamente il mercato di queste app è in continua esplosione, per cui ho voluto fare una recensione di quelle più (e meno) conosciute, selezionandole per facilità d'uso, popolarità, sicurezza, costo e sopratutto privacy.

    Tinder

    È probabilmente la prima app di questo tipo che è diventata parte della cultura popolare, sopratutto per il suo modo di "valutare" le persone:

    • swipe a sinistra -> non mi piaci
    • swipa a destra -> mi piaci

    Nel profilo è possibile inserire fino a 6 fotografie, che possono essere visualizzate rapidamente.

    Se entrambi gli utenti hanno messo il "mi piace", scatta il "match", cioè è possibile interagire direttamente scrivendosi ed eventualmente puntare ad un incontro dal vivo.

    L'anno passato Tinder ha introdotto una modalità a pagamento "gold" che consente di vedere in anteprima quali utenti hanno messo il like al proprio profilo, velocizzando così la possibilità di ottenere dei match.

    E' un sistema ovviamente che avantaggia i membri della community più facoltosi ma che non da sempre risultati sperati: un utente ha fatto il test e si è accorto che nella sua area c'erano solo persone anziane che mettevano il like e quindi ha deciso di disinstallare l'app.

    Ok Cupid

    A differenza della maggior parte delle app di incontri che vogliono l'accesso a Facebook (probabilmente per verificare l'identità ma anche per acquisire un profilo di like da usare per il matching) "OKcupid" non lo richiede.

    Quello che bisogna fare è crearsi un nome utente e poi compilare un dettagliato questionario per popolare il proprio profilo di informazioni utili per il matching.

    Il sistema si basa sulla generazione di una serie di domande a cui è possibile rispondere ricevendo un punteggio percentuale di compatibilità con l'altra parte.

    L'app è gratuita ma per vedere quali persone hanno visitato il profilo dopo le prime 5 è necessario passare ad una versione premium a pagamento.

    The Inner Circle

    Inner circle si propone in maniera particolare perchè è la prima app per il dating selettivo.

    È stata progettata per mettere in contatto giovani professionisti che vivono nella stessa zona e che hanno gli stessi interessi e passatempi.

    In particolare sembra molto in voga tra imprenditori, membri di startup, artisti, creativi e designer.

    La particolarità ulteriore è che viene richiesto il profilo linkedin per poter accedere al database!

    Oltre alle solite funzionalità come al ricerca di persone in base alla vicinanza geografica e alla similarità degli interessi, il sistema propone di iscriversi ad eventi esclusivi organizzati nelle capitali del mondo per incontrarsi dal vivo in gruppo: dopotutto "nel grande numero c'è maggior sicurezza".

    L'iscrizione è gratuita, ma non pensate di trovare grandi eventi o persone se non abitate in aree ad alta densità di popolazione.

    Snapchat

    Anche se non è una vera e propria app di incontri, Snapchat è diventato il social network dove i millennial si conoscono e scambiano foto e animazioni sopra le righe.

    L'applicazione è spassosa da usare ed è molto sicura perchè i messaggi e le foto si autodistruggono entro 24 ore. Ottimo sopratutto per chi vuole concedersi scappatelle e non vuole lasciare tracce sul telefono delle proprie attività!

    Once

    È stata definita come l'app per il dating "anti-Tinder" che permette di vedere un solo profilo al giorno, selezionato non dal sistema, ma da un team di esperti del settore. Grazie a degli accoppiatori, persone in grado di capire se il partner è adatto a te e il grado di affinità, l'app diventa unica nel suo genere.

    Se in quel giorno non capita niente, basta attendere 24 ore per una nuova occasione.

    Quindi teoricamente qualità al posto della quantità, resta il dubbio se i matchmakers sono davvero in grado di trovare la persona giusta...

    Lovoo

    Un'app particolarmente amata dai più giovani perché offre la possibilità di mettersi in contatto con le persone che ci abitano vicino. Il funzionamento è molto simile a quello di Instagram: si possono vedere una serie di foto ed esprimere il proprio apprezzamento.

    Ma tornando a Lovoo, per trovare le persone vicino a noi non si dovrà far altro che attivare la funzione radar, che mostrerà le foto di uomini o donne che sono nelle vicinanze del nostro posizionamento. Una volta trovata la persona giusta, attraverso il servizio di chat, potrete iniziare a conoscerla meglio e vedere se è all'altezza delle nostre aspettative.

    6) Happn

    Happn è pensata come l'app per ritrovare il colpo di fulmine.

    Infatti funziona molto bene in ambienti metropolitani dove si incrociano spesso persone che ci stuzzicano la fantasia ma che non abbiamo il coraggio di approcciare immediatamente.

    Ogni volta che due persone con quest'app scaricata sul telefono si incontrano, viene registrato l'avvenimento e si crea un collegamento grazie al quale potrete sapere quando, dove e a che ora vi siete incontrati. Quando entrambe le persone si lasceranno un like allora si attiverà la chat e si potrà cominciare a parlare.

    E VOI CHE NE PENSATE?

    Avete provato le app di dating ? Quali sono state le vostre esperienze?

    read more
  6. I tre tipi di sesso casuale

    casual sex 3 tipi

    Le persone in genere pensano agli incontri occasionali come se fossero un'unica categoria, ma in realtà esistono tre tipi di sesso casuale: sesso senza relazione, trombamici e sesso con un ex.

    Una botta e via

    Sesso senza relazione (anche detto NSA cioè "No strings attached" o in italia "una botta e via") è esattamente quello che sembra. Generalmente riguarda il fare sesso con uno sconosciuto che hai incontrato da pochi minuti. Opppure potete esservi cercati per settimane o mesi prima che l'opportunità si presentasse. Potrebbe essere una cosa di una notte oppure potrebbe essere una abitudine. Gli stimoli possono essere diversi, ma quasi sempre c'è di mezzo l 'alchool (che abbassa i freni inibitori come ben sappiamo). Tinder è probabilmente l'app più usata in tal senso nella fascia di età 16-25 anni.

    trombamici

    Riguardo i trombamici, c'è una ragione per la quale si può trovare la parola "amici". In genere si fa con qualcuno che conosci e potrebbe capitare anche più di una volta.

    Essere trombamici potrebbe essere finalizzato sul sesso oppure potrebbe includere anche delle uscite. Può essere fatto con una conoscenza di facebook ma generalmente non viene fatto con qualcuno che chiami "vero amico" e che chiami nel momento del bisogno. In alcuni casi può essere fatto anche con dei buoni amici e non è detto che finisca per forza male, anche se ci sono situazioni dove gli amici devono fare gli amici e devono smettere di fare sesso assieme. Insomma è una situazione particolare da gestire con cautela.

    testimonianza 1

    Avevo una relazione occasioanale con un uomo, ma non l'ho mai chiamato da sobria, solo quando ero un poco ubriaca e avevo voglia di sesso. Sapevo che non c'era un legame emotivo, perchè non avevo interesse a uscire con il tizio se non avevo bevuto, infatti non avevamo nulla in comune se non il sesso. (donna, 23 anni)

    testimonianza 2

    Ho avuto un trombamico quando ero alle superiori e comunque era un buon amico. Non abbiamo mai avuto sentimenti profondi, ma il sesso era grandioso. Infatti lo considero il miglior amante che abbia mai avuto. Infatti quando torno a visitare la mia famiglia, ogni tanto ci vediamo e riaccendiamo la passion. (donna, 25 anni)

    testimonianza 3

    Era un giocatore della squadra di calcio con cui volevo avere una relazione. Non avevamo nulla in comune tranne il sesso. La maggior parte delle persone nemmeno si è accorta che ci stavamo sbattendo. (donna, 22 anni)

    Un problema del rapporto tra i trombamici è che le persone raramente parlano delle loro aspettative o dei loro sentimenti. Non parlano delle loro relazioni, perchè dopotutto è una specie di relazione ma non è riempita di "ti amo". Insomma quando avviene, non viene discussa.

    Sesso con l'ex

    Un'altra forma di sesso casuale è il sesso con il/la ex. Se sei ingrifato o solo potresti voler chiamare il tuo ex. Oppure sei in un momento in cui ti rendi conto che la miglior relazione era co il tuo ex e quindi ti chiedi "ma se ci riprovassi?". "Potrebbe funzionare?". Il problema è che le ricadute di questa scelta sono innumerevoli.

    Altri tipi di sesso casuale

    Ci sono altri tipi di sesso casuale? Ovvio! Consideriamo l'esempio di una donna, che da "una botta e via" è passata a "trombamici".

    Ci ho provato un tizio due anni fa. Non lo conoscevo e non mi aspettavo di vederlo nuovamente. Sono passati due anni e siamo diventati ottimi amici! Ogni tanto facciamo sesso senza entra nelle rispettive vite, di mutuo accordo.

    Il sesso occasionale può assumere diverse forme, tante quante persone esistono che vogliono farlo!

    read more
  7. Menage a Tinder: utenti di 3nder, l’App per gli incontri a 3, raccontano le loro storie

    Menage a Tinder: utenti di 3nder, l’App per gli incontri a 3, raccontano le loro storie

    In 3nder, gli utenti, per lo più coppie, combinano incontri per una notte di piacere a tre. Abbiamo contattato alcuni utenti dell’App e abbiamo rilevato che il feticcio di includere una terza persona a letto è più attuale (e sexy!) che mai.

    L'App 3nder

    La prima volta è successo quasi per caso e non ha mai lasciato la testa dell’avvocatessa milanese Vanessa, oggi ventiseienne. Ad una festa nell’appartamento dove viveva con alcune compagne di università, dopo un paio di drink più, fu praticamente presa d’assalto da una delle ragazze con cui condivideva l’appartamento - insieme al suo fidanzato.

    "Stavamo fumando una sigaretta in terrazza e improvvisamente lei ha cominciato ad accarezzarmi, quasi esibendosi per lui. Quel gioco mi ha lasciato molto eccitata e morivo dalla voglia di partecipare", ricorda. "Il ragazzo è unito a noi e tutto è successo tranquillamente. Nessuno ha dovuto chiedere il permesso per qualsiasi cosa, non c’era gelosia tra di loro. È stato indimenticabile, una delle migliori scopate che abbia mai fatto."

    Due anni sono passati e Vanessa ha tentato senza successo di ripetere l'esperienza. Ma non riusciva a trovare coppie aperte e disinibite come i suoi amici dell’università.

    Un trio a letto

    "A peggiorare le cose, i fidanzati che ho avuto in seguito si sentivano feriti se proponevo una notte di sesso a tre. Anche con un’altra donna. Come se volessi dire che non ci sapessero fare a letto", dice Vanessa. "Sono anche andata in alcune case di swing, ma non mi sentivo attratto da nessuno. Erano coppie adulte, che avrebbero potuto essere amici dei miei genitori."

    L'avvocatessa ha deciso allora di ricorrere alla tecnologia. Si è registrata su un sito di incontri specifico per scambio di coppie e sesso a tre, e ha scoperto un'applicazione che va dritto al punto quando l'obiettivo è un rapporto a tre. In 3nder sono iscritti solo le coppie che vogliono invitare qualcuno a letto o single desiderosi di ricevere questo invito.

    Il sistema è molto simile al Tinder. L'utente dà un "mi piace" all’utente che attira la sua attenzione, dopo aver visto le foto e informazioni come l'età, le preferenze sessuali e gli hobby. Se l’interesse è corrisposto 3nder avvisa le persone coinvolte e ha inizio una chat per mettersi d’accordo per un incontro. L'applicazione mantiene questa chat aperta per un massimo di tre giorni - periodo in cui il trio di utenti ha la possibilità di organizzare (o meno) un incontro personale.

    Il successo di una tecnologia specifica per la pratica del menage a tre mostra come il feticcio sia più attuale che mai, anche se è ancora considerato "cosa da coppia moderna" e per alcuni un tabù. Grazie all’applicativo, Vanessa conosciuto online bella gente, giovane, divertente e con desideri sessuali simili ai suoi. "Negli ultimi quattro mesi, ho combinato incontri con cinque coppie tramite 3nder o il sito di incontri, tutte composti da donne bisessuali e uomini eterosessuali. Ho scopato con tre di loro", dice.

    Come l’avvocatessa, la personal trainer romana Angelica *, 28, praticante del sesso a tre da sette anni, preferisce ricorrere all’aiuto di 3nder per trovare partner - sono già andata a letto con due doppie che ho conosciuto tramite l’applicativo. "Si è scelti o si scelgono persone che non si conoscono, ma tutti sanno il motivo per cui si è lì. Non c’è la possibilità che l’incontro si trasformi in una scenata di gelosia", spiega.

    Il rischio nel farci coinvolgere in rapporti a tre con una coppia di amici è nel fatto che il tutto si trasformi in una grande discussione della loro relazione, con me presa in mezzo. Su 3nder riesco a conoscere coppie di sconosciuti con cui ci si diverte a letto senza il rischio di coinvolgimenti sentimentali.

    read more

social